marcello seddaiu
Porto Sepolto, Porto sepolto è un lavoro realizzato all'interno del progetto fotografico https://www.paesaggioanordovest.it/porto_torres_approdi_limiti_citta-s3047 curato dal collettivo fotografico
« < >
Porto sepolto è un lavoro realizzato all'interno del progetto fotografico Porto Torres. Approdi, limiti, città curato dal collettivo fotografico Paesaggio a Nord-Ovest
Il progetto è composto da un totale di 15 fotografie

Sinossi:
Raccontare un territorio significa obbligatoriamente relazionarsi con il tempo trascorso e dunque con quegli eventi che hanno finito per disegnare quello che oggi chiamiamo paesaggio.
Attraverso questa serie fotografica si è cercato di narrare per immagini una piccola parte dello spazio urbano di Porto Torres, indirizzando l’analisi nell’area dove sfocia il Rio Mannu, il grande fiume della regione che concludendo il suo percorso nell’ampio arco del Golfo dell’Asinara, permise all’antica colonia romana di collegare il nuovo insediamento portuale al ricco entroterra rurale della Nurra: le più recenti scoperte archeologiche infatti, sembrano proprio suggerirci che l’antica Turris Libisonis mosse i suoi primi passi nei pressi della foce del fiume.
Col passare del tempo la situazione è decisamente cambiata e il corso del Rio Mannu rappresenta oggi la linea di demarcazione tra le due città nella quale Porto Torres è divisa, con la città storica, quella residenziale, ad est e quella moderna, dell’area industriale, ad ovest.
Sebbene oggi periferica, l’area del delta si presenta come un luogo dal grandissimo potenziale paesaggistico e scenografico, con il tipico ambiente fluviale composto da una ricca flora e fauna, lambito dalle rovine della città antica e dal mare placido posto all’interno delle strutture portuali.
Osservando questi paesaggi, appare evidente come il tempo trascorso abbia lasciato profonde tracce di sé, in un intreccio elaborato di infrastrutture, di architetture, di frequentazioni, forse fugaci ma solide, che oggi definiscono questa parte di città.
All’antico ponte romano, fanno eco il cavalcavia della ferrovia e il viadotto stradale di Via Vespucci mentre alle rovine dell’antica Turris e delle alte fornaci che un tempo lavoravano i minerali ferrosi della miniera di Canaglia, rispondono le strutture portuali del Molo di Ponente e del Molo Industriale, in una stratificazione confusa e intricata che ha segnato in maniera netta e definitiva un paesaggio un tempo centrale ma oggi sub urbano.
In questo progetto fotografico ci si è immersi in questo travagliato percorso umano, scavando in scenari profondi, accesi da forti contrasti ma nutriti da una tale ricchezza di elementi da lasciar trasparire ancora una profonda ricchezza.
Porto Sepolto
aggiungi al carrello
add to shopping cart

Opzioni disponibili
Options available
1 / 4 enlarge slideshow
Porto Sepolto
aggiungi al carrello
add to shopping cart

Opzioni disponibili
Options available
2 / 4 enlarge slideshow
Porto Sepolto
aggiungi al carrello
add to shopping cart

Opzioni disponibili
Options available
3 / 4 enlarge slideshow
Porto Sepolto
aggiungi al carrello
add to shopping cart

Opzioni disponibili
Options available
4 / 4 enlarge slideshow
Link
https://www.marcelloseddaiu.it/porto_sepolto-p22791

Share link on
CLOSE
loading